Flight School

PRIMI PASSI PER DIVENTARE PILOTA

Mettere le ali da pilota è un percorso complesso e impegnativo da molti punti di vista (anche economici), ma se la passione è tanta ed autentica, allora diventa una scelta di vita straordinaria per trasformare in lavoro un sogno di estrema libertà che da sempre affascina il genere umano: volare.

Spesso è una passione che nasce fin da piccoli, anche solo giocando con gli aeroplanini di carta o ammirando il volo degli aerei veri e quando il gioco si fa più adulto può diventare un hobby, come quello del volo virtuale che spesso rappresenta il primo passo verso il volo reale. Infatti non è raro che un pilota virtuale si appassioni sempre più al volo tanto da prendere la decisione di diventare un vero pilota.

Se si decide di investire su se stessi in termini di impegno, tempo e risorse economiche per diventare piloti, l’iter da seguire è piuttosto articolato e complesso soprattutto se l’obiettivo è quello di diventare professionisti perché ciò comporta sacrifici, studio, ostacoli da superare e capacità di mettersi in discussione costantemente, dai primi esami teorici per accedere ai corsi, fino alle ultime verifiche professionali anche poco prima di andare in pensione.

Le licenze aeronautiche sono di diversa tipologia: la Licenza di Pilota Privato (PPL), la Licenza di Pilota Commerciale (CPL) e la Licenza di Pilota di Linea (ATPL).

Le licenze permettono di pilotare aeromobili civili e in particolare con la Licenza di Pilota Privato si è abilitati allo svolgimento di un’attività di volo esclusivamente con finalità ricreative, turistiche e sportive anche con passeggeri a bordo e a scopi non commerciali, mentre per svolgere l’attività di pilota come professione occorre conseguire la Licenza di Pilota Commerciale o di Pilota di Linea.

Il primo requisito tassativo per diventare piloti è l’idoneità psico-fisica che dovrà essere certificata, tramite una visita medica di idoneità al volo, dall’Istituto Medico Legale dell’Aeronautica Militare (IML). L’accertamento psico-fisico è suddiviso in due classi: la prima classe per i piloti commerciali e di linea e la seconda classe per il piloti privati.

Per il conseguimento della Licenza di Pilota Privato è necessario iscriversi ad una Organizzazione Registrata (OR), cioè scuole di volo autorizzate e certificate dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile). Possono iscriversi aspiranti piloti che abbiano compiuto 16 anni d’età.

OBIETTIVO
L'obbiettivo del corso è conseguire la Licenza FCL-PPL (A) che abilita il possessore ad operare come pilota ai comandi di velivoli monomotore e plurimotore (se in possesso della relativa abilitazione) impiegati in voli non commerciali.

PRE-REQUISITI PPL EASA

Età minima al conseguimento 16 anni;
Idoneità medica di prima o seconda classe.
Il programma di addestramento prevede un corso teorico di base in aula di circa 200 ore e un corso pratico che si sviluppa in un minimo di 45 ore di volo. Inizialmente le lezioni pratiche di volo si svolgeranno con a fianco un istruttore, poi arriverà il momento di effettuare il primo emozionante volo da solista quando si sarà raggiunta la piena padronanza del mezzo.

Al termine del percorso teorico e pratico, avendo al proprio attivo il minimo di 45 ore di volo, avendo nel frattempo compiuto almeno il 17° anno d’età e superato gli esami finali interni, si dovrà sostenere l’esame dell’ENAC per conseguire la licenza PPL.

CONTATTATECI PER MAGGIORI INFO SUI CORSI FAA
Contattaci